Home Notizie 20 marzo, Degustazione "Appassionati del Franciacorta"
20 marzo, Degustazione "Appassionati del Franciacorta" PDF Stampa

A completare il viaggio delle bollicine di blasone europee, dopo le due splendide serate con gli Champagne, mercoledì 20 marzo 2019 alle ore 20,30 ecco una serata dedicata ai loro grandi antagonisti e, per fortuna, baldi figli italiani: gli spumanti della Franciacorta.

Guidati dal Sommelier e docente FISAR Davide Mustaro, esperto estimatore di questa specialità, potremo degustare e confrontare i prodotti di questa DOCG.

A metà strada tra i palazzi storici di Brescia e le acque azzurre del Lago d’Iseo, si staglia il territorio della Franciacorta, il cui nome comprende una zona collinare verde e mite, uno dei migliori vini prodotti in Italia, e un secolare metodo di vendemmia che ancora oggi viene tramandato di viticoltore in viticoltore.

L’origine della cui coltivazione affonda le radici nei tempi antichi. Infatti la viticoltura di spumante era già presente nei secoli del medioevo, e ancora oggi è possibile osservare i ritrovamenti archeologici presso i musei della zona.

La denominazione Franciacorta e’ una DOCG dal 1995, ma il nuovo corso del vino Franciacorta inizia invece negli anni sessanta, quando Guido Berlucchi e l’enologo Franco Ziliani decidono di produrre ben 3000 bottiglie con il metodo classico. Il successo è assicurato e i primi riconoscimenti non tardano ad arrivare: in breve tempo lo spumante Franciacorta diventa un must per tutti gli appassionati di vino e negli anni comincia ad insidiare da vicino lo champagne francese, almeno per produzione e diffusione

E il merito di questo primato va per l’appunto attribuito ai criteri che regolano il metodo di produzione, detto “classico” prima ed ora “franciacorta”. Il metodo Franciacorta è caratterizzato dalla rifermentazione in bottiglia delle uve selezionate che giunte in cantina vengono sottoposte ad una soffice pressatura.

Il mosto ottenuto e’ avviato ad una prima fermentazione in vasche di acciaio o piccoli fusti di legno, e riposa per circa 6 mesi sulle fecce nobili che arricchiscono e caratterizzano il vino. Nella primavera successiva alla vendemmia si effettua l'imbottigliamento momento in cui con l'aggiunta di lieviti e zucchero inizia la rifermentazione e la formazione delle bollicine (presa di spuma). Le bottiglie riposano quindi per un minimo di 24 mesi fino ad arrivare ad affinamenti di 60 mesi per i Franciacorta millesimati.

Nella serata di degustazione che si terrà presso il Ristorante dei Cappuccini in via dei Cappuccini 2 Pisa a partire dalle ore 20,30 verranno degustati i seguenti vini, rappresentativi delle varie zone che compongono la denominazione DOCG Franciacorta

  • Franciacorta Demi Sec “Nuvola” - Bersi Serlini
  • Franciacorta Extra Brut - Camossi
  • Franciacorta Satèn 2014 - Ricci Curbastro
  • Franciacorta Brut Rosé “Boké” 2014 - Villa
  • Franciacorta Brut Nature “Freccianera” 2013 - Fratelli Berlucchi
  • Franciacorta Nature “Origines” Riserva 2011 - Lantieri de Paratico

La degustazione sarà condotta dal Sommelier e Relatore FISAR Davide Miustaro, profondo estimatore e conoscitore della zona del Franciacorta, che ci guiderà alla scoperta delle varie tipologie di bottiglie proposte, con enfasi nella descrizione della territorialità di ognuna.

I vini saranno accompagnati da un piccolo buffet

Si ricorda di portare il kit di bicchieri da degustazione per chi ne sia provvisto

Il costo di partecipazione è pari a € 30 per i soci FISAR e € 35 per i non soci. E' possibile pagare anche con bancomat e carta di credito

Le prenotazioni, obbligatoria visto il numero massimo di partecipanti fissato a 35 persone, vanno comunicate ai seguenti riferimenti: