Home Chi siamo Lo Statuto
Chi Siamo: lo Statuto PDF Stampa

F.I.S.A.R.

FEDERAZIONE ITALIANA ALBERGATORI RISTORATORI

 

 

Art. 1

E' costituita l'associazione culturale "Delegazione autonoma FISAR di Pisa"

L'associazione non ha fini di lucro, non intende avere per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attività commerciali e si vuole retta, oltreché dal Codice Civile, dagli art. 2, lett. C e 19 del D.P.R. 29_settembre 1973, n. 598 e dalle altre norme in materia.

L'associazione riconosce in toto lo statuto della FISAR, Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori, e si conforma ad esso ed ai suoi regolamenti.

 

Art. 2

L'associazione ha sede in Pisa, Via Niosi n. 12, presso lo studio del Dottor Massimo Catastini.

Le attività si svolgeranno in sedi diverse, a seconda delle esigenze, con la possibilità di attuarle anche in collaborazione con altre persone e con enti pubblici e privati.

 

Art. 3

L'associazione ha per oggetto lo svolgimento delle attività di diffusione e valorizzazione della cultura enologica attraverso la promozione di attività di qualificazione professionale della figura del Sommelier nell'ambito della gastronomia tradizionale e del turismo enogastronomico.

Per il conseguimento di tali scopi, l'associazione potrà svolgere tutte le attività e compiere tutti gli atti, anche di natura economica, che dovessero risultare necessari ed opportuni.

 

Art. 4

Il patrimonio è costituito:

a) dai beni di proprietà dell'associazione;

b) eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;

c) da eventuali erogazioni, sponsorizzazioni, donazioni e lasciti.

Le entrate delle associazioni sono costituite:

a) dalle quote sociali;

b) dall'eventuale utile derivante dall'organizzazione di manifestazioni o dalla partecipazione ad esse;

c) da ogni altra entrata che possa incrementare l'attivo sociale.

 

Art. 5

Gli esercizi finanziari si chiudono il 31 dicembre di ogni anno.

Entro 60 giorni dalla fine di ogni esercizio il Consiglio direttivo redigerà il bilancio consuntivo, nonché quello preventivo per l'esercizio successivo, da sottoporre all'approvazione dell'assemblea dei soci.

I proventi delle attività svolte dall'Associazione non possono, in nessun caso, essere divisi tra gli associati, anche in forme indirette.

L'eventuale avanzo di gestione risultante dal bilancio dovrà essere reinvestito in attività a favore degli associati stessi, perseguendo gli scopi sociali previsti dallo statuto.

 

Art. 6

L'associazione è composta da tutti coloro che aderiscono alla FISAR - Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori e che scelgono di iscriversi presso l'associazione stessa.

I soci avranno diritto a prendere parte alle attività dell'associazione e ad utilizzarne le strutture, nel rispetto del presente statuto e di specifiche disposizioni che il Consiglio di delegazione potrà impartire per singoli ambiti o eventi.

 

Art. 7

Gli organi dell'associazione sono:

a) l'Assemblea di Delegazione;

b) il Consiglio di Delegazione;

c) il Delegato;

d) il Segretario;

e) il Tesoriere;

f) il Collegio dei revisori.

 

Art. 8

L'Assemblea di Delegazione è formata da tutti gli associati di cui all'art. 6.

L'Assemblea deve essere convocata almeno una volta all'anno, entro 120 giorni dalla chiusura dell'esercizio ovvero entro 180

giorni quando particolari esigenze lo richiedano.

Essa delibera in merito:

a) alle caratteristiche fiscali della Delegazione;

b) all'approvazione del bilancio consuntivo;

c) all'elezione dei membri del Consiglio di delegazione.

L'Assemblea è convocata dal Delegato o dal Commissario fiduciario della FISAR - Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori, qualora nominato, con avviso scritto agli associati da inviare almeno 10 giorni prima del suo svolgimento in prima convocazione.

L'Assemblea si costituisce regolarmente in prima convocazione con la presenza, in proprio o per delega, di almeno la metà degli associati al 31 gennaio precedente il giorno in cui l'assemblea ha luogo e, in seconda convocazione, qualunque sia il numero degli associati presenti e rappresentati.

Essa delibera a maggioranza semplice degli intervenuti.

Le modalità di svolgimento dell'Assemblea di Delegazione sono le stesse di cui all'Art. 20 (Modalità di svolgimento dell'assemblea ordinaria e straordinaria) del Regolamento di attuazione dello statuto della_FISAR - Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori.

Ogni associato può rappresentare per delega altri due associati.

 

Art. 9

Il Consiglio di Delegazione ha la competenza di deliberare in merito a tutte le decisioni concernenti la vita dell'associazione, tranne quelle di competenza dell'Assemblea di Delegazione.

Esso dura in carica tre anni e comunque decade e deve essere rinnovato due mesi prima delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Nazionale della FISAR - Federazione Italiana Sommelìer Albergatori Ristoratori o comunque nel mese di febbraio precedente.

Il Consiglio di Delegazione è formato da 5 membri e viene eletto dall'Assemblea di Delegazione con voto segreto con le stesse modalità di cui all'Art. 21 (Elezione del Consiglio Nazionale) del Regolamento di attuazione dello statuto della FISAR - Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori con le seguenti variazioni:

a) la Commissione elettorale ë composta da un presidente, da un segretario e da due scrutatori;

b) il colore della scheda è bianco e non sono previste schede con valore superiore ad un voto;

c) il numero massimo delle deleghe per associato è quello di cui all'articolo precedente, comma 6;

d) il numero massimo delle preferenze da esprimere è di cinque, pena la nullità della scheda.

Le candidature devono pervenire al Delegato od al Commissario fiduciario, se nominato, almeno 5 giorni prima dello svolgimento dell'Assemblea.

Sono proclamati eletti i cinque associati che hanno ottenuto il maggior numero di voti.

Per lo svolgimento delle riunioni valgono le norme previste dall'Art. 22 (Modalità di svolgimento delle riunioni del Consiglio, Nazionale) del Regolamento di attuazione dello statuto della FISAR - Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori.

Il verbale della commissione elettorale deve essere inviato alla Segreteria nazionale della FISAR - Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori entro 15 giorni dallo svolgimento delle elezioni.

 

Art. 10

Il Consiglio di Delegazione elegge al suo interno, a scrutinio segreto, il Delegato, il Segretario di Delegazione ed il Tesoriere di Delegazione.

Il Delegato è colui che rappresenta ufficialmente l'associazione, la presiede e dà esecuzione alle deliberazioni dell'Assemblea e del Consiglio di Delegazione.

Assume altresì la carica di Presidente dell'Associazione Culturale Delegazione autonoma FISAR di PISA.

Il Delegato dura in carica tre anni e può essere eletto per non più di due mandati consecutivi.

Il Segretario della Delegazione ha il compito di svolgere tutte quante le operazioni di Segreteria di competenza dell'associazione, di verbalizzare le riunioni del Consiglio di Delegazione, di sostituire il Delegato in caso di sua assenza od indisponibilità, di mantenere i contatti con la Segreteria nazionale.

Assume altresì la carica di Segretario dell'Associazione Culturale Delegazione autonoma FISAR di PISA.

Il Tesoriere di Delegazione ha il compito di provvedere ogni anno alla formazione del bilancio preventivo e del bilancio consuntivo ed alla loro presentazione al Consiglio di Delegazione, di verificare la regolarità e la congruità delle spese, di controllare gli eventuali sfondamenti di spesa e proporne o meno la sanatoria al Consiglio di Delegazione, di tenere i rapporti contabili con gli istituti di credito, di presenziare alle visite del Collegio dei Revisori.

Assume altresì la carica di Tesoriere Associazione Culturale Delegazione autonoma FISAR di PISA.

Il Consiglio di Delegazione nomina scegliendo tra i suoi membri il vicepresidente dell'Associazione Culturale Delegazione autonoma FISAR di PISA.

Il Consiglio di Delegazione nomina, scegliendo tra i suoi membri o conferendo l'incarico ad un associato di provata competenza, un responsabile dei sommelier dell'associazione, che avrà il compito di coordinare le attività di servizio e di aggiornamento professionale dei sommelier facenti parte dell'associazione.

Il Consiglio di Delegazione può consentire, durante le proprie riunioni, la presenza nel dibattimento di quegli associati ai quali il Consiglio, per comprovata esperienza e disponibilità, ha demandato particolari competenze.

La presenza è consentita purché il dibattimento è inerente alle competenze demandate.

Il diritto di voto è esclusivo del Consiglio di Delegazione.

 

Art. 11

Il Collegio dei revisori è composto da tre soci eletti dall'Assemblea di Delegazione al di fuori dei componenti del Consiglio di Delegazione.

Dura in carica 3 anni e verifica periodicamente la regolarità formale e sostanziale della contabilità e redige apposita relazione da allegare al bilancio preventivo e consuntivo.

 

Art. 12

Le funzioni del Collegio dei probiviri sono svolte dal Collegio dei Probiviri della FISAR - Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori.

 

Art. 13

Tutte le cariche elettive sono gratuite.

Ai soci compete solo il rimborso delle spese varie regolarmente documentate.

 

Art. 14

Lo scioglimento dell'associazione è deliberato dall'assemblea straordinaria.

Il patrimonio residuo dell'ente deve essere devoluto alla Fisar - Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori

 

Art. 15

Per quanto non previsto dal presente statuto valgono le norme contenute nello statuto e del regolamento di attuazione dello statuto della FISAR - Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori nonché le norme di legge vigenti in materia.

 

Firmato: Flavio Romboli - Vittorio Ugo De Santis - Rosso Emanuela - Mariacristina Messina - Barbara Poli - Nicola Mancioppi Notaio